Val di Ledro. A pochi giorni dall’apertura del Bike Festival di Riva, Ghost ha presentato in anteprima alla stampa europea la sua nuova e-mtb full suspended.

Un progetto coraggioso quello della Ghost Hybride AMR X, che ha richiesto circa un anno di sviluppo con alcune scelte tecniche controcorrente e altre innovative ma sempre specificamente sviluppate per la pedalata assistita.

Telaio in carbonio semi-integrato, escursione 140mm al posteriore gestita dall’ammortizzatore rigorosamente a molla, forcella da 160mm con dual travel per sfruttare appieno le doti arrampicatrici dell’e-drive Shimano Steps con taratura customizzata, ruote 27,5 plus al posteriore e 29” 2.5 all’anteriore, pedivelle Ground Fiftyone (prodotte internamente in Ghost come altri componenti) di lunghezza unica 155 mm (ben 2 cm più corte della “norma”!), sono tutti elementi fortemente caratterizzanti che rendono la nuova biammortizzata Ghost Hybride estremamente interessante, almeno sulla carta... ma come va sui sentieri? Abbiamo avuto modo di provarla intensamente per due giorni, sul prossimo numero di 365 Mountainbike (in edicola a fine maggio) vi riferiremo maggiori dettagli e le nostre prime impressioni di guida.

Altre novità sono comunque in arrivo dal brand tedesco che, tra l’altro, ha optato per una politica prezzi al ribasso piuttosto aggressiva per provare a competere con i produttori che vendono direttamente on-line. Stay tuned